Risoluzione Online delle Controversie

Comprare online, dispute online, risoluzione controversie online, odr, unione europea, eu

Nuova piattaforma per l’Online Dispute Resolution (ODR)

Dal 16 febbraio 2016 è disponibile grazie alla Commissione Europea una piattaforma per la risoluzione delle controversie relative all’acquisto di un bene/servizio online. Questo servizio prende il nome di ODR, acronimo per Online Dispute Resolution, ovvero Risoluzione Online delle Controversie e permette agli acquirenti europei di trovare una soluzione extragiudiziale ad un reclamo per un acquisto di un bene o servizio effettuato esclusivamente online.

La piattaforma mette a disposizione una serie di organismi di risoluzione delle controversie tra cui scegliere che agisce da intermediario tra l’acquirente e il commerciante per risolvere la disputa senza ricorrere alle vie legali.

In alcuni Paesi l’utilizzo del servizio è garantito anche al commerciante che intenda aprire una controversia nei confronti di un acquirente.

ODR obbligatorio per gli eCommerce

La motivazione della nascita di questa piattaforma va ricercata nel Regolamento 524/2013/EU che afferma:

“Affinché i consumatori possano avere fiducia nella dimensione digitale del mercato interno e trarne vantaggio è necessario che abbiano accesso a mezzi facili, efficaci, rapidi e a basso costo di risoluzione delle controversie derivanti dalla vendita di beni o alla fornitura di servizi online. Tale questione è particolarmente importante quando i consumatori fanno acquisti transfrontalieri.”

L’art. 14 dello stesso Regolamento 524/2013/EU, obbliga tutti gli eCommerce a informare i propri clienti dell’esistenza di questa piattaforma fornita e garantita proprio dall’Unione Europea:

“I professionisti stabiliti nell’Unione che operano mediante contratti di vendita o servizi online e i mercati online stabiliti nell’Unione, forniscono nei loro siti web un link elettronico alla piattaforma ODR. Tale link deve essere facilmente accessibile ai consumatori. I professionisti stabiliti nell’Unione operanti mediante contratti di vendita o di servizi online indicano altresì i propri indirizzi di posta elettronica.”

Quindi sarà obbligatorio per tutti gli eCommerce inserire il seguente link: https://webgate.ec.europa.eu/odr/main/index.cfm?event=main.home.show&lng=IT nel proprio sito di commercio elettronico.

Come vendere di più con un eCommerce di successo
Amazon Prime Now: ora anche i prodotti freschi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *