Acquisti online: come migliorare un ecommerce mobile

16.07.2014
|
0 Commenti
||

Ispirandosi all’esperienza di John Lewis, che nel periodo natalizio ha registrato il 75% delle vendite da dispositivi mobili, ecco cinque modi per migliorare l’esperienza dell’utente che intende acquistare da smartphone o tablet.

Integrazione dell’offline con l’online

Come già detto altre volte, il confine tra il negozio fisico e l’ecommerce non è mai stato così inconsistente. Quanti di noi cercano un prodotto online e poi vanno ad acquistarlo nel negozio fisico più vicino? E quanti al contrario, dopo aver visionato un prodotto in negozio aspettano di acquistarlo online perché lo trovano a prezzi vantaggiosi o in più varietà?

JohnLewis.com da la possibilità con la scansione del codice a barre nel negozio fisico di conosce la disponibiltà di magazzino e se invece si sta acquistando online, si può trovare lo store più vicino in cui ritirare l’ordine.

User experience

Quando si realizza un sito mobile è importante pensare a come potrà muoversi l’utente all’interno di esso e facilitarne il più possibile l’esperienza, riducendone gli aspetti grafici e comunicando le informazioni essenziali.

JohnLewis.com fornisce delle istruzioni (per zoomare le immagini o per scorrere la galleria) per permettere anche all’utente meno avvezzo al mobile di fruire di una navigazione semplice del catalogo prodotti.

Velocità

Ancora più che da desktop, la velocità di navigazione per un sito mobile è fondamentale a prescindere dalla connessione internet di cui l’utente dispone. Per regalare un esperienza d’acquisto soddisfacente bisogna snellire al massimo la versione mobile del sito ecommerce e far si che le informazioni e i prodotti possano essere trovati rapidamente in massimo due click.

Customer service

Mai negarsi o nascondersi! Uno dei fattori che incidono maggiormente sull’acquisto online e sulla valutazione che l’utente fa della propria esperienza è la possibilità di mettersi in contatto diretto con il venditore. Sapere di poter scrivere per un dubbio o un indicazione è fondamentale per tranquillizzare l’acquirente e renderlo più propenso all’acquisto.

JohnLewis.com da la possibilità di contattare il customer service direttamente dalla scheda prodotto.

Contesto

Molto utile infine è fornire informazioni geolocalizzate come per esempio segnalare all’utente il negozio fisico a lui più vicino e favorire l’integrazione tra online e offline.

 

Cosa può fare STORE360?

Con STORE360 puoi realizzare un sito ecommerce ottimizzato per i dispositivi mobile che fornisce un interfaccia grafica responsive semplice ed essenziale. Ecco tre esempi di sito e-commerce mobile: Vald’OcaBsMacchineRestOUTrant.

 

Fonte: Pmservizi.it
Facebook e il nuovo tasto "Buy"
Chi compra online - Infografica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *